Quota 100. La libertà di andare in pensione

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo

Online sul canale Youtube ItalTv, la mia intervista a Matteo Salvini, Claudio Durigon e Massimo Garavaglia. Tema: “La libertà di andare in pensione” (oVer Edizion), titolo del libro di Durigon e Garavaglia con prefazione del leader della Lega.

Qui un estratto dell’intervista al leader della Lega:

Claudio Brachino: “Quota 100, vedendola oggi con distacco temporale ed effetto Covid, sta ancora in piedi?”
Matteo Salvini: “E’ una di quelle leggi di cui vado più orgoglioso. E’ una scelta una libertà, non un obbligo. La legge Fornero era una gabbia che ti costringeva, ti obbligava. Quota 100 è una opzione. Se lo ritieni conveniente esci da mondo di lavoro, se vuoi andare avanti fino a 97 anni puoi farlo. Quota 100 ha significato per me aiutare donne e uomini in carne e ossa, che ancora oggi mi dicono grazie. Trecentomila persone che in base alla Fornero dovevano lavorare ancora per alcuni anni, magari con a casa problemi a volte insormontabili e che invece, grazie a questa rivoluzionaria iniziativa hanno riconquistato la loro vita. E quando li trovi in giro e ti dicono ‘grazie, mi avete regalato 3 anni di vita’, allora hai il senso della politica come servizio”.